Commenti del giorno – 22/09/2023

DAL MONDO

Un attacco missilistico ucraino ha centrato venerdì il quartier generale della Marina russa del Mar Nero nel porto di Sebastopoli, in Crimea, e un attacco informatico ha interrotto i servizi internet nella penisola. Mosca afferma che non rinuncerà mai alla penisola.

Sul fronte diplomatico, Kelensky è passato dall’ONU, alla Casa Bianca per poi approdare in Canada per convincere i Paesi sostenitori dell’Ucraina che c’è bisogno di altri soldi e forniture militari per poter vincere la guerra. Nel giro sono stati inclusi anche i più influenti imprenditori americani e i responsabili dei più grandi fondi.

MERCATI

Venerdì, è’ stata una giornata ballerina ma che almeno ha chiuso in positivo poiché meno depressa dai listini finanziari che, al contrario, giovedì avevano compromesso qualunque velleità essendo fortemente in calo.

Tutta la settimana è stata caratterizzata dalla mancanza di notizie consistenti ed è stata piuttosto dominata dai fondi impegnati o ridurre il lungo del complesso soia o aumentare il corto del corn e del grano.

Attesa per il report di fine mese sugli stock di corn e soia. Dopodichè, USDA di Ottobre; infine, si passerà a guardare cosa succede alle semine in Sud America.

MATIF

La seconda nave cargo con il grano ucraino è arrivata ieri a Istanbul attraverso il Mar Nero, 3 navi sono dirette verso l’Ucraina. Il tema è la ritorsione russa: Mosca prenderà di mira i porti ucraini disponibili all’export? Il Ministero dell’Agricoltura ha già fatto sapere che nel periodo 1-21 Settembre sembra che siano state esportate solo 1,45 MMT di cereali contro 2,94 dell’anno scorso.

La settimana ha portato alla luce una volta di più che c’è forse un limite alla solidarietà verso l’Ucraina, almeno questo è l’atteggiamento di Polonia, Ungheria, Slovacchia, Bulgaria e Romania (e anche Corazia). La fine del bando alla commercializzazione di prodotti agricoli e alimentari ucraini in quegli stati del 15/9 non è stato digerito anche se l’ucraina/ base informativa ufficiale del GAFTA, ha introdotto un sistema di licenze all’esportazione.

NOAA OTTOBRE USA

Ottobre potrebbe portare nel Midwest temperature sopra la media e piogge sopra la media solo in una parte dell’Iowa e Illinois.

Nelle zone di semina di grano invernale delle Grandi Pianure sono previste temperature nella norma e piogge sopra la media.

Insomma report mensile favorevole per semine invernali e completamento raccolta USA

CORN

Da venerdì 15/9 a venerdì 22/9 il corn del dicembre è passato da 476,2 a 477,2, +1 pari a +0,21%; il maggio è passato da 499 a 501, +2 pari a +0,40%.

Il corso del petrolio ha sostenuto la giornata di venerdì del corn, in assenza di altre motivazioni.

Durante la settimana, l’unica notizia eventualmente supportiva è stata quella secondo la quale il Brasile (Fonte: CONAB, Ministero dell’Agricoltura) potrebbe diminuire gli acri destinati al corn e produrre la prossima campagna 119,8 MMT (USDA dice 129) contro l’attuale 131,9 (USDA dice 137).

Nulla toglie al fatto che le vendite di corn USA sono state deludenti per il 2022/23 e sono partite maluccio anche per il 2023/24 a causa dell’abbondanza dell’origine brasiliana

SEMI DI SOIA

Da venerdì 15/9 a venerdì 22/9 i semi di soia del novembre sono passati da 1340,2 a 1,296,2 -44 pari a -3,28%; il marzo è passato da 1365,4 a 1324,6 -21,6 pari a -3,35%.

Sessione mista per il complesso soia. Le vendite settimanali di semi di soia sono state deludenti: quanto dovrebbero calare le rese di semi di soia in USA per contrastare la pochezza delle esportazioni del Paese, già minate dalla potenza di fuoco del raccolto brasiliano? Che per altro avanza nelle semine al 2,3% contro 2,06% dell’anno scorso a pari data.

Intanto, L’Argentina avrebbe trasformato 2,07 MMT di semi di soia ad Agosto pari a -19% su Luglio e pari a -37% rispetto ad Agosto 2022: base campagna di commercializzazione dell’Argentina, da Aprile ad Agosto sono stati trasformati 14 MMT pari a -4,7 o -25% rispetto allo stesso periodo del 2022.

GRANO

Da venerdì 15/9 a venerdì 22/9 il grano del dicembre è passato da 604,2 a 579,4, -24,8 pari a -4,10%; il maggio è passato da 645,2 a 623,6, +6,6 pari a +1,03%.

Giornata tipicamente tecnica (un po’ di prese di profitto dopo i pesanti ribassi recenti) per il grano zavorrato come sempre anche dal dollaro. In settimana il dibattito si è concentrato sulle aste dell’Algeria e dell’Egitto. Niente da fare per la EU e la Francia e gli USA: i Maggiori Importatori preferiscono, ove possono, e soprattutto nel Mediterraneo, l’origine dal Mar Nero. Mette pensiero il taglio produttivo dei raccolti di Argentina e soprattutto Australia causato da EL NINO

DISCLAIMER
These quotations and market news or comments are reported to C.B.C Commodities Bio Consulting S.R.L. by sources considered reliable.
We believe them to be representative of market.
However, C.B.C Commodities Bio Consulting S.R.L. cannot accept any responsibility for these figures nor liability for commercial decision based on them.

CbcCommodities2022

Author url : go to url

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *